Header

Journal  Alienazione Genitoriale Free-Journal

Journal

Free-Journal/Ebook dedicato all’Alienazione Genitoriale e all’Bi-genitorialità. Il documento può essere liberamente scaricato, facendo click con il mouse sull'immagine della copertina vicino a questo testo. Per eventuali comunicazioni, collaborazioni, pubblicazione di articoli o storie, scrivere a: contact@AlienazioneGenitoriale.Info
Pubblicato il: 2/05/2015

News e Articoli

News Il senso pedagogico delle emozioni

L’aspetto più inquietante a cui oggi si è costretti ad assistere, è l’indiscriminata trasformazione del valore positivo delle emozioni, in Disturbo Mentale (significativo è il fatto che gli estensori del DSM non sono stati ancora in grado di definire cosa intendono per Disturbo Mentale); ma quale è, il vero significato dei diversi stati mentali e delle emozioni? Ad esempio, l’ANSIA ci segnala in anticipo (difronte a dei mutamenti), che il nostro corpo ha la percezione di un pericolo, quindi ci sollecita di fronte ad un ostacolo; la TRISTEZZA ci suggerisce di riflettere su un qualcosa di importante che pensiamo di aver perso; la RABBIA ci evidenzia che siamo vittime di una ingiustizia; il SENSO DI COLPA ci dice che siamo stati ingiusti nei confronti di qualcuno e ci invita a chiedere scusa; l’INVIDIA ci informa che desideriamo qualcosa che gli altri hanno, che a noi manca, quindi è un invito ad impegnarsi in una certa direzione; la TENEREZZA segnala nelle relazioni, un bisogno di attenzioni. Ciò che manca è un’educazione a comprendere il vero senso delle emozioni, a modularle senza soffocarle, ad evitare che possano sfuggire al controllo razionale, ciò non può farlo un farmaco, ma una adeguata educazione psicologica e pedagogica; infatti non esistono emozioni errate, in quanto tutte ci aiutano a dare significato alla nostra esistenza e a regolare le relazioni con gli altri.

News Come i bambini apprendono il mondo delle relazioni

I bambini, per giudicare il mondo delle relazioni affettive e riconoscere le emozioni, utilizzano prevalentemente il sistema emotivo, in cui l'Amigdala svolge un ruolo importante. Progressivamente, con la maturazione del cervello, le modalità istintive di elaborazione delle situazioni emotive, si integrano con quelle razionali controllata dalla Corteccia Frontale. L’adulto può quindi produrre una risposta riflessiva che tiene conto anche del contesto relazionale e sociale, se non è condizionato da esperienze traumatiche infantili.
«1»